Letture al Giardino, Giovedì 3 febbraio - La dismissione di Ermanno Rea

Ermanno Rea La dismissione

Il Gruppo di Lettura “Il Giardino” in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del comune di Figline e Incisa Valdarno vi invita giovedì 3 febbraio alle ore 17:00 dove Angelo Australi leggerà il romanzo "La dismissione" di Ermanno Rea" pubblicato da Rizzoli nel 2014.

Il romanzo si sviluppa intorno all’Ilva, la grande acciaieria di Bagnoli che dopo circa un secolo di vita è condannata a scomparire. A Vincenzo Buonocore, ex operaio diventato tecnico delle Colate Continue, viene affidato l’incarico di smontare il suo reparto, venduto ai cinesi.
Buonocore non si sottrae, anzi, decidedi reagire al brutto colpo buttandosi a corpo morto in questa impresa sino a farne il proprio “capolavoro”, l’appuntamento più importante della sua vita professionale, la prova tangibile delle sue qualità di operaio.
La sua dedizione tuttavia non servirà a cancellare la sconfitta della città di Napoli, e del Paese Italia nel suo insieme.

 

Si ricorda che per partecipare e obbligatorio presentare in Green Pass

Giovane partigiano della brigata garibaldina Gino Menconi che operò in Toscana fra il 1944 e il 1945, Ermanno Rea (Napoli, 1927 - Roma, 2016), dopo aver sostenuto tutti gli esami della facoltà di Lettere senza però conseguire mai la laurea,ha lavorato come giornalista per numerosi quotidiani e settimanali. Ha vissuto a Milano e a Roma. Il lavoro di giornalista gli permise di avvicinarsi alla realtà anche con la concretezza di chi parte dai fatti di cronaca. I suoi libri sono prevalentemente inchieste su casi personali, come quello su l’economista Federico Caffè, o quello dedicato a Guido Piegari, personaggio geniale della sinistra napoletana, espulso dal Partito Comunista nel 1954. Per scrivere La dismissione, nei primissimi anni di questo nostro terzo millennio, Rea tornò a Napoli per seguire da vicino lo smantellamento dell'Ilva di Bagnoli, quelle acciaierie che erano state il simbolo di una città che nell'industrializzazioneaveva cercatola strada per uscire dal sottosviluppo e dalla camorra.
Altri suoi libri: Il Po si racconta. Uomini donne paesi e città di una Padania sconosciuta (1990),L’ultima lezione. La solitudine di Federico Caffè scomparso e mai più ritrovato (1992),Mistero Napoletano (1995), Fuochi fiammanti a un’hora di notte (1998), Napoli Ferrovia (2007), La fabbrica dell’obbedienza (2011), Il sorriso di Don Giovanni (2014), La dismissione (2014), Il caso Piegari, attualità di una vecchia sconfitta (2014), Malinconia (2016).

Per ulteriori informazioni è sufficiente contattare Il Giardino chiamando il numero 055. 9152063 o 333.8970929 (Maria) - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.